2015/2016 News Serie A1 — 31 ottobre 2015

Campionato fermo questo week end perché si disputa la Supercoppa fra i Campioni d’Italia del Milano 24 e i finalisti dell’ultima Coppa Italia, il Cittadella. Pronostico a favore dei lombardi che hanno conquistato consecutivamente 4 scudetti, 3 Supercoppe e 3 Coppe Italia, ma partita tutta da giocare con il Cittadella che si è rinforzato e che cercherà di mettere i bastoni fra le ruote ai milanesi.

Per i Diavoli quindi un week end di riposo, ma periodo di lavoro e di allenamenti per portare la squadra al meglio della condizione in previsione dei prossimi impegni.
L’inizio di stagione è stato positivo e quindi c’è soddisfazione in casa dei vicentini, pur sapendo che la strada è lunga e il lavoro da fare tanto.
“La prima pausa del campionato arriva presto e forse non è molto  favorevole, – ha dichiarato l’attaaccante dei biancorossi, Filippo Pozzan -visto la striscia positiva di risultati che abbiamo inanellato in coppa FIHP e campionato (5 vittorie), e soprattutto per il morale altissimo del gruppo grazie ai tre punti conquistati nella sempre ostica pista di Asiago contro i Vipers.”
- I Diavoli quest’anno sono cambiati, come li vedi.
“Quest’anno il gruppo ha subito cambiamenti, anche in quello che era il gruppo storico, in primis la mancanza di Antonio(Bellinaso) , compagno di squadra con cui ho giocato praticamente da sempre, dalle giovanili fino alla serie A, sempre vestendo i colori biancorossi, o quasi visto due piccolissime parentesi che sicuramente sono spiegabili come errori di gioventù! I nuovi giocatori però si sono davvero ben inseriti nel gruppo così da non far rimpiangere le partenze. Tra i nuovi Diavoli sono rimasto davvero molto ben impressionato da Ettore, Fabio e Paolo sia come giocatori, prima li avevo conosciuti come rivali, sia come amici e compagni di squadra. In Luca vedo davvero un grande potenziale: aumentando la confidenza col pattinaggio, sarà davvero un difensore difficile da superare”.
- Stagione iniziata da poco, ma si può già fare un primo bilancio?
“Dopo questa primissima parte di stagione, mi sento di dire che Luca (coach Roffo)  è riuscito a trovare un equilibrio nel gruppo: la squadra così come l’ha organizzata sembra valorizzare le individualità e, bilanciando le diverse linee, garantisce la possibilità di avere un gioco flessibile, molto più di quanto avveniva precedentemente, basato sull’intera rosa di giocatori. Anche l’aver reiventato Fabrizio e Alessandro come difensori è stata una decisione premiante: entrambi si stanno adattando al nuovo ruolo molto velocemente, col vantaggio che entrambi possono dare un importante supporto in fase offensiva, avendo giocato fino allo scorso anno come attaccanti.”
- Positiva l’esperienza di Coppa Fihp?
“Il weekend di coppa FIHP è stato importante soprattutto a livello di morale: volevamo  dimostrare subito che lo scivolone in casa con la Molinese, nella seconda giornata di campionato, non aveva minimamente intaccato lo spirito del gruppo. Le partite con i Newts sabato e domenica proprio con la Molinese, le abbiamo affrontate concentrati e con la giusta cattiveria che ci ha sempre contraddistinto. Le quattro vittorie del weekend sono sicuramente un buon risultato. Mi è piaciuto molto il “terzo tempo” al termine della partita di domenica coi Newts: la foto assieme tra Vicenza e Asiago è davvero un bel segnale di quello che secondo me è lo spirito vero dello sport. Per l’ottima riuscita del weekend di coppa mi sento di ringraziare, anche a nome di tutti i miei compagni, la società: in quei due giorni, nonostante le grosse difficoltà che sta fronteggiando, è riuscita a non farci mancare nulla. Sempre presente nei giorni di gare e pronta a rispondere agli imprevisti o necessità che emergevano permettendo a noi giocatori di concentrarci sulle partite”.
- Tutto positivo quindi fino a questo momento?
“Con questa striscia di risultati positivi il pericolo può essere che la tensione scenda e l’appagamento faccia abbassare la concentrazione. Non dobbiamo dimenticare quello che ha sempre contraddistinto i Diavoli e il vero motivo per cui in questa prima parte di stagione abbiamo centrato questi risultati: il lavoro duro durante gli allenamenti e lo spirito di sacrificio. Giustamente ogni vittoria va festeggiata, ma subito dopo dobbiamo tornare a lavorare a testa bassa, ad allenarci per migliorare, perché nessuno ha mai regalato nulla e ogni risultato dobbiamo conquistarcelo noi!”
- Prossimo impegno sabato 7 novembre con il Forlì.
“La prossima partita con Forlì sarà molto importante perché  è un avversario temibile. Arriva da un periodo che è l’opposto nostro: due sconfitte in campionato e una in Coppa FIH, con dei risultati forse sotto le aspettative. Si presenterà una squadra molto motivata che cercherà di raddrizzare il cammino stagionale. Giocheremo però nella nostra Vicenza, nel nostro PalaFerrarin e davanti al nostro sempre più folto pubblico: non credo di dover aggiungere altro!”

Share

About Author

diavolivicenza

(0) Readers Comments

Comments are closed.