2013/2014 News Serie A1 — 01 aprile 2014

Per Immobiliare Neve Diavoli Vicenza la stagione si è chiusa con l’ultima gara di regular season a Roma, vinta dai vicentini per 6-3, ma senza importanza ai fini della classifica, dal momento che già da un mese il verdetto è stato emesso con i Diavoli esclusi dai play off per la prima volta da quando, nel maggio del 2004, hanno raggiunto la massima serie.
Già con il pareggio a Molina la formazione berica ha visto allontanarsi il quarto posto, ultima posizione utile per staccare il biglietto per la fase finale del campionato, poi con la sconfitta il 22 febbraio scorso a Padova si è avuta la conferma e le ultime tre gare della regular season sono servite per onorare il campionato e cercare di raggiungere almeno il quinto posto.
Obiettivo questo raggiunto con tre vittorie in tre partite, a partire dai tre punti in casa con il Novi, la formazione ligure neo promossa che retrocede in A2, poi in casa nel derby con Asiago con uno schiacciante 12-2, risultato mai visto nelle sfide fra le due squadre, e la vittoria a Roma.
Una magra consolazione per una formazione che era partita con bel altre aspettative, visto il campionato dello scorso anno, ma che ha trovato in questa stagione alcune difficoltà, soprattutto nei momenti chiave, non riuscendo a dare quel qualcosa in più per chiudere le partite decisive, anche in situazioni di vantaggio.
“A Roma volevamo vincere nonostante tutto – ha dichiarato al termine dell’incontro l’attaccante dei Diavoli, Fabrizio Maran. – Volevamo chiudere bene, ci tenevamo per riscattare la stagione, per il quinto posto e perché si va in campo per vincere. Io sono riuscito nelle ultime due partite a segnare facendo un paio di gol e mi sono preso una piccola soddisfazione. Quest’anno a livello personale è stata difficile: ho giocato meno e non sono stato al top fisicamente. Non sono riuscito ad entrare in condizione e quindi anche a livello mentale ne ho risentito”.
- Un quinto posto che lascia rammarico?
“Si tanto, perché secondo me meritavano di più con la squadra che abbiamo, ma in certi momenti non siamo stati in grado di ribaltare certe situazioni. Abbiamo avuto qualche problema in allenamento perché ci siamo ritrovati con meno giocatori dello scorso anno e poi, nonostante l’impegno, in alcuni momenti non siamo riusciti a reagire. A livello di gruppo però non abbiamo mai mollato e siamo rimasti uniti. Il rammarico quindi c’è ed è un peccato non essere arrivati ai play off, ma con l’accesso solo a quattro squadre il campionato è limitato”.
- Pronostico sulla vincitrice?
“Milano resta senza dubbio la favorita”.
– La sorpresa di quest’anno?
“Cittadella perché ha fatto una buona stagione e ha costruito una buona squadra”.

Rammarico anche nelle parole dell’allenatore dei Diavoli, Andrea Bellinaso, storica bandiera per i colori biancorossi che lo scorso anno li ha portati in finale: “Siamo riusciti a vincere le ultime tre partite e raggiungere il 5° posto che sicuramente non ci soddisfa, ma rende un po’ meno amara questa stagione – ha dichiarato il coach. – Molte cose quest’anno non hanno girato per il verso giusto e il mio rammarico più grande è stato quello di non essere riuscito a dare uno “scossone” all’ambiente per cambiare marcia quando le cose non andavano bene. Dispiace non aver raggiunto l’obiettivo play-off, il gruppo lo avrebbe meritato, sempre unito e con tanta grinta ogni volta che si scendeva in campo, ma ovviamente lo sport non è matematica e non sempre le cose vanno come si vorrebbe”.
- In alcune gare è mancato veramente poco per ottenere dei risultati diversi.
“Quest’anno abbiamo subito quattro pareggi, sempre facendoci rimontare dagli avversari e perso quattro partite con un solo gol di scarto, questo ci fa capire bene quanto poco bastava per fare meglio a livello di classifica”.
- Nel frattempo sono iniziati i play off con le sfide fra Milano e Cittadella e Monleale e Padova.
“Vorrei fare ora un in bocca al lupo alle quattro squadre che si affrontano nei play-off, vedo Milano molto superiore alle altre e nettamente favorito, penso che difficilmente ci potranno essere sorprese”.

 

 

Share

About Author

diavolivicenza

(0) Readers Comments

Comments are closed.