2013/2014 News Serie A1 — 23 marzo 2014

Immobiliare Neve Diavoli Vicenza espugna il campo di Roma con il risultato di 6-3 e, complice la sconfitta della Molinese a Monleale, chiude la regular season al quinto posto, con tre vittorie nelle ultime tre gare e tanto rammarico per aver perso già da un mese il treno per i play off.
La sfida, seppur ininfluente sul piano della classifica per entrambe le squadre, è stata una partita vera e combattuta dall’inizio alla fine, molto corretta, solo una penalità fischiata a Roma nel secondo tempo, e dominata dai Diavoli che hanno avuto molte occasioni oltre ai gol, ma hanno trovato sulla loro strada Pieralli nel primo tempo, Pecchioli nel secondo e per tre volte hanno colpito i pali. I padroni di casa hanno avuto un paio di momenti buoni in cui, sostenuti dal pubblico hanno tentato la rimonta, ma un attento Vicenza ha respinto ogni velleità di ribaltare il risultato.

Nel primo tempo buon inizio per Vicenza che tenta di andare a segno con Roffo, Pozzan, Stella  e Maran e che corre qualche rischio sulle conclusioni di Zolovkins e Arcese alle quali risponde Alberti.  Ma l’accoppiata Stella-Roffo è sempre molto pericolosa e dopo poco più di 12 minuti va a segno con il capitano vicentino che raccoglie una ribattuta sulla conclusione del compagno e infila Pieralli. Il numero 32 però vuole prendersi la soddisfazione del gol e dopo quasi un minuto fa tutto da solo, recupera il disco, si lancia all’attacco e segna. Vicenza vive un buon momento, potrebbe allungare con Testa, Stella e Roffo, mentre Santilli dall’altra parte prova ad accorciare senza successo. Infatti sono ancora i Diavoli ad andare in rete con azione Stella-Roffo e seconda rete del capitano biancorosso. La formazione berica insiste, Alessandro De Lorenzi si vede negata la gioia del primo gol in campionato dal palo e poi è Maran con tiro da fuori ad andare in rete. Vicenza lascia qualche spazio e i Mammuth provano a spingere, ma Alberti dice di no e il primo tempo si chiude sul 4-0 per i Diavoli.

Nella seconda frazione di gioco entra Pecchioli a difendere la porta di casa e Roma prova ad andare all’attacco, ma trova un attento Alberti sulla strada. I Diavoli non stanno a guardare e riprendono in mano le redini dell’incontro, allungano con rete di Pozzan, che devia in gol il tiro di De Lorenzi, e potrebbero segnare ancora con Roffo che colpisce però il palo. Dopo poco più ci cinque minuti spazio per il secondo portiere Gugielmi nelle fila dei Diavoli, subito chiamato alla respinta, ma infilato da Santili al 32.27. Occasioni per entrambe le squadre e nuovo palo per Vicenza che insiste con Bellinaso e De Lorenzi, ma incassa il secondo gol dei padroni di casa a segno con Cocino, al quale risponde subito con bella discesa e rete di Bettello. Non passa molto tempo e Arcese, libero sulla destra, insacca portando a tre le reti dei suoi. Roma prende coraggio sostenuta da un gran tifo, ma i Diavoli, anche se un po’ stanchi a causa della panchina corta, non mollano, si rendono pericolosi e difendono il risultato fino al fischio della sirena.

Vittoria quindi per i vicentini che volevano i tre punti a tutti i costi e sono stati bravi a gestire la gara e a tenere nei momenti di difficoltà andando così a conquistare il quinto posto al termine della regular season.
“Era una partita che volevamo vincere nonostante tutto – ha dichiarato al termine dell’incontro l’attaccante dei Diavoli Fabrizio Maran, questa sera in veste di difensore. – Volevamo chiudere bene, ci tenevamo per riscattare la stagione, per il quinto posto e perché si va in campo per vincere”.
- Sul piano personale ti sei sbloccato in queste ultime gare.
“Sono andato a rete nelle ultime due partite e almeno ho fatto un paio di gol. Quest’anno a livello personale è stata difficile: ho giocato meno e non sono stato al top fisicamente. Non sono riuscito ad entrare in condizione e quindi anche a livello mentale ne ho risentito”.
- Un quinto posto che lascia rammarico?
“Si tanto, perché secondo me meritavano di più con la squadra che abbiamo, ma in certi momenti non siamo stati in grado di ribaltare certe situazioni. Abbiamo avuto qualche problema in allenamento perché ci siamo ritrovati con meno giocatori dello scorso anno e poi, nonostante l’impegno, in alcuni momenti non siamo riusciti a reagire. A livello di gruppo però non abbiamo mai mollato e siamo rimasti uniti. Il rammarico quindi c’è ed è un peccato non essere arrivati ai play off, ma con l’accesso solo a quattro squadre il campionato è limitato”
-Pronostico sulla vincitrice?
“Milano resta senza dubbio la favorita”.
- La sorpresa di quest’anno?
“Cittadella perché ha fatto una buona stagione e ha costruito una buona squadra”.

Tabellino:
Mammuth Roma – Immobiliare Neve Diavoli Vicenza (0-4)  3-6

Mammuth Roma: Pieralli, Pecchioli, Fratalocchi, Mendes, Rossi, Arcese, Ingrao, Pazzaglia, Santodonato, Santilli, Cocino, Zacchi, Pizzi, Magnani Avanzini, Zolovkins.
All. Diego Santilli

Immobiliare Neve Diavoli Vicenza: Alberti, Guglielmi, Bellinaso, Bettello, Testa, De Lorenzi, Maran, Pozzan, Roffo, Stella.
Allenatore: Andrea Bellinaso

Arbitri: Raia di Roma e Chiodo di Como

Reti
PT:  12.38 Roffo, (V), 13.27 Stella (V), 19.50 Roffo (V), 21.02 Maran;
ST: 27.12 Pozzan (V), 32.27 Santilli (R), 38.01 Cocino (R), 38.13 Bettello (V), 39.36 Arcese (R).

Share

About Author

diavolivicenza

(0) Readers Comments

Comments are closed.