2012/2013 News Serie A1 — 28 settembre 2012

Immobiliare Neve Diavoli Vicenza inizia con una sconfitta il campionato, battuto per 6-2 dai Ghosts Padova, ad una settimana dalla pesante sconfitta alle semifinali di Coppa Italia. Due sconfitte, ma due partite ben diverse. Ieri i Diavoli, che hanno giocato a Rimini dove questo week end vengono disputate tutte le gare per l’I-Day (In line Day) all’interno della manifestazione fieristica Sports Days, hanno disputato una buona gara almeno fino alla metà del secondo tempo, poi sono calati, hanno evidenziato qualche difficoltà sulla tenuta fisica, sulla condizione atletica alla distanza, si sono disuniti e hanno lasciato troppo spazio agli avversari che con giocatori come lo statunitense Laricchia e gli esperti Longhini, Rigoni e Sommadossi, non hanno perdonato.

Il primo tempo, molto combattuto e con maggiori occasioni per i padovani ben gestite dal portiere Alberti e dalla difesa vicentina, si è chiuso con il vantaggio dei berici a segno dopo quasi 18 minuti con Massimo Stevanoni, più volte vicino alla rete anche in Coppa Italia, ma con qualche difficoltà nel concretizzare. I Diavoli avrebbero potuto segnare anche prima sfruttando un paio di power play, ma la bravura del portiere avversario Susco e la tenuta della difesa patavina, hanno chiuso i varchi ai vicentini che hanno dimostrato di non riuscire ad andare in rete con facilità. Nella seconda frazione di gioco i Diavoli hanno dimostrato un po’ di stanchezza per aver speso molto nel primo tempo, mentre gli avversari hanno continuato a spingere sull’acceleratore per recuperare mettendo a segno in poco più di 30 secondi un uno due micidiale che ha tagliato le gambe ai vicentini. Prima Antonio Pistellato e poi l’indomabile Laricchia hanno portato i Ghosts in vantaggio ribaltando il risultato, quindi  ancora Laricchia all’11,34 e l’ex Diavolo Fabio Rigoni al 14esimo, con un tiro insidioso dalla distanza, hanno messo in ginocchio la formazione berica. I Diavoli hanno cercato una reazione e sono riusciti ad accorciare andando in gol con Pozzan al 14,41, ma poi in doppia inferiorità numerica hanno subito la terza rete di Laricchia e nell’ultimo minuto la rete di Sommadossi su assist del solito attaccante statunitense.
Un risultato quindi pesante, ma frutto di una partita combattuta in cui il punteggio non è completamente lo specchio di quanto visto in campo, anche se i padovani hanno dimostrato qualcosa in più sul piano di alcune individualità e sul piano della tenuta fisica fino al termine dell’incontro.

“Abbiamo giocato all’interno di una manifestazione fieristica dedicata allo sport in questo In line Days che è una novità per noi – afferma a fine gara il portiere vicentino Andrea Alberti, oggi chiamato a fare gli “straordinari” – Non c’era tantissima gente, ma è stata un’idea interessante per far conoscere il nostro sport. Certo, non essendo la struttura apposita per giocare abbiamo incontrato qualche difficoltà per la struttura, ma su questo piano si può migliorare e l’idea resta comunque buona”.

- Avvio del campionato con una sconfitta contro Padova, ad una settimana da quella di Coppa. Due sconfitte, ma partite dal volto diverso.
“Noi abbiamo tenuto bene per un tempo e mezzo, poi siamo calati, abbiamo fatto troppa confusione e abbiamo commesso degli errori in copertura dovuti probabilmente ad un po’ di stanchezza, ma dovremo affrontarli per migliorare. Gente come Laricchia e Longhini appena ha un po’ di spazio o un’occasione ti castiga e così è stato”.

- Sei stato chiamato spesso in causa e hai dovuto fare gli “straordinari”.
“Quest’anno sarà spesso così, ma dobbiamo giocare con più ordine. Su questo punto c’è da lavorare per mantenere l’attenzione e la disciplina. Abbiamo sofferto un po’ troppo Laricchia che è un ottimo giocatore, ma proprio per questo va seguito con più attenzione. Se c’è confusione davanti alla porta è più difficile anche per il portiere. La difesa in questo campionato sarà fondamentale”.

- E degli avversari cosa pensi.
“Hanno buonissimi giocatori. Sono stupito da Longhini che è sempre forte, ha una gran grinta e darà del filo da torcere a tutti. Hanno un portiere americano nuovo, Susco, che conosco perché era il secondo della nazionale statunitense ai mondiali e quest’estate ci siamo scambiati la maglia, un portiere con uno stile un po’ strano, ma molto efficace ed è questo che conta”.

- Come vedi questo campionato?
“Per noi sarà durissima e dovremo combattere contro tutti. Affrontiamo quasi tutte le più forti nel primo periodo e quindi non avremo tempo per ambientarci, ma forse ci può servire per darci la ‘sveglia’ subito. Contro le squadre forti si inizia subito alla grande, di sicuro non possiamo permetterci di non dare il massimo e mettercela tutta. Per i play off ci sono quattro posti, ma le formazioni più accreditate saranno cinque: sarà una guerra. Noi forse siamo un po’ corti di giocatori esperti, ma ce la giocheremo fino in fondo senza dare mai nulla per scontato”.

Tabellino:

Immobiliare Neve Vicenza – Ghosts Padova  (1-0) 2 – 6

IMMOBILIARE NEVE DIAVOLI VICENZA: Alberti, Guglielmi; Bellinaso Ant., Corradin, Testa F.; Roffo, Grigoletto, Gamba, Zazzaron, Stevanoni, Pozzan, Maran, Roncaccioli, Bettello, Baggio.
All.: Bellinaso And.

GHOSTS PADOVA: Susco, Laner; Rossi, Gherlinzoni, Veronese, Romanato, Rigoni F., Tessari L., Laricchia, Longhini, Sommadossi, Ustignani, Baldan, Pistellato A., Pistellato G., Zaccaria.
All.: Rela.

Arbitri: Grandini e Liotta.

Reti.
Pt: 17’52” Stevanoni (V).
St: 7’18” Pistellato A. (P), 7’59” Laricchia (P), 11’34” Laricchia (P), 14’00” Rigoni F. (P), 14’41” Pozzan (V), 20’41” Laricchia (P), 24’17”  Sommadossi (P).

Share

About Author

diavolivicenza

(0) Readers Comments

Comments are closed.