2016/2017 News Serie A1 — 23 marzo 2017

Mc Control Diavoli Vicenza sabato 25 marzo è impegnato in trasferta a Piacenza (inizio gara ore 20.30) nella penultima gara della regular season, visto che poi i Diavoli osserveranno un turno di riposo e chiuderanno in casa contro Cittadella sabato 8 aprile.

I biancorossi, a cinque punti dall’ottavo posto e dall’accesso ai play off, non sono ancora matematicamente esclusi, ma le speranze sono ridotte al minimo, in ogni caso la gara a Piacenza è importante per cercare di chiudere meglio che si può il campionato e una stagione con parecchie ombre.
La scorsa settimana i vicentini hanno perso in casa con Ferrara, ma solo alla roulette dei rigori, al termine di una gara che con maggior accortezza, e un po’ di fortuna, potevano chiudere diversamente.
“La gara con Ferrara potevamo portarla a casa – ha dichiarato Fabrizio Maran, capitano e attaccante dei biancorossi.  – E’ stato un peccato, per due volte eravamo in vantaggio e potevamo chiudere, ma quest’anno non riusciamo a gestire il risultato e le gare”.
- Ultima trasferta a Piacenza.
“La classifica non è favorevole per noi e i giochi sono quasi fatti, ma non c’è ancora la matematica certezza delle posizioni finali, quindi andiamo a Piacenza con le migliori intenzioni. Indipendentemente poi dai punti e dalla classifica, dobbiamo cercare di finire questo campionato meglio che si può”.
- Per i Diavoli una stagione di luci e ombre.
“E’ stata una stagione complicata sotto tanti punti di vista. Potenzialmente potevamo fare qualcosa in più, ma ci sono stati tanti cambiamenti e non siamo riusciti ad essere squadra soprattutto in certe situazioni. La voglia di fare e l’attaccamento alla maglia ci sono stati, ma non siamo cresciuti come speravamo. Sapevamo non sarebbe stato facile, però qualche punto in più ci stava. Possiamo anche dire che non siamo stati molto fortunati. Io ho fatto anche la mia prima esperienza da capitano, positiva, ma difficile. Non sono un trascinatore per carattere, ma ho cercato di tirar fuori il meglio, è un’esperienza che mi ha cresciuto, però è stato anche difficile perché bisogna pensare a tante cose. Quest’anno ho continuato anche l’esperienza come allenatore delle giovanili. Fino a dicembre ho seguito l’under 16 e da gennaio l’under 12. Ci sono tanti ragazzini nuovi, c’è stato un certo ricambio, ma siamo in crescita”.
- Il campionato in generale resta sempre appannaggio di Milano?
“In merito al campionato sicuramente il favorito è sempre Milano seguito dai contendenti Verona e Cittadella. E’ un campionato a due velocità: nella parte alta i lombardi e i veronesi con Monleale e Cittadella e poi più indietro le altre, c’è un certo divario, anche se non è netto e se nessuna gara è scontata, ma la classifica parla chiaro”.

Share

About Author

diavolivicenza

(0) Readers Comments

Comments are closed.