2012/2013 News Serie A1 — 12 maggio 2013

La gara viene trasmessa sul canale digitale 171 TVA Sport: lunedì 13 maggio alle ore 20.45, mercoledì 15 maggio alle ore 12.30 e venerdì 17 maggio alle ore 17.45.
Immobiliare Neve Diavoli Vicenza esce sconfitto di misura da gara 4 della finale play off contro Milano 24 e vede svanire il sogno di lottare ancora per lo scudetto. Con il risultato di 2-1 a favore dei milanesi si chiude la serie in quattro partite e il titolo va nuovamente a Milano per la seconda volta consecutiva, come da pronostico di inizio stagione.
Non è bastato il grande cuore dei biancorossi per avere ragione di una squadra molto ben attrezzata, con atleti di grandissima qualità ed esperienza, una squadra cinica che nella partita a Vicenza ha fatto esattamente quello che doveva fare potendo contare, otre sulla qualità dei suoi, anche su quel pizzico di fortuna che serve sempre per raggiungere grandi obiettivi.
I Diavoli sono arrivati dove ad inizio stagione non si sarebbe mai pensato, ma hanno lottato con grande carattere e determinazione facendo spesso dimenticare il divario nei confronti dei più quotati avversari. Arrivare a gara 5 sarebbe stato sicuramente un risultato meritato per i vicentini che in gara 4 hanno disputato una buona prova, hanno lottato fino all’ultimo secondo, forse con un po’ meno di lucidità e una grande tensione visto la posta in palio, cercando in tutti i modi di mettere il bastone fra le ruote agli avversari.
Onore quindi ai vicentini, anche se il rammarico e la delusione a fine gara erano sicuramente più forti della soddisfazione di essere arrivati in finale.
Complimenti dunque ai vincitori, ma complimenti anche ai Diavoli, ad un gruppo che è cresciuto nel corso della stagione, che ha preso consapevolezza delle proprie capacità e opportunità strada facendo, che ha trovato nella determinazione, nell’unione e nel grande cuore le sue caratteristiche principali, facendo appassionare via via il pubblico che per i play  off ha accompagnato con un gran tifo e affetto la squadra coltivando un sogno svanito ieri sera.
Nelle parole di Massimo Stevanoni, autore della rete dei vicentini, traspare chiaramente l’amarezza e la delusione provate al termine della gara.
“Purtroppo siamo qui a fare i complimenti a Milano, che è una squadra costruita per vincere sin dall’inizio e penso che tutti avrebbero scommesso su Milano. – ha dichiarato l’attaccante vicentino a fine partita – Peccato perchè ce la siamo giocata fino all’ultimo, siamo cresciuti di partita in partita e abbiamo costruito i nostri obiettivi nel corso della stagione. Siamo migliorati tanto, a differenza loro siamo una squadra che ha costruito i propri obiettivi in corsa, abbiamo dimostrato di potercela giocare fino in fondo questa opportunità e per un soffio è sfumata”.

- Diavoli che escono a testa alta e che sono andati oltre le aspettative
“Si anche se ora è un po’ difficile essere soddisfatti per essere usciti a testa alta. Sicuramente la società si era posta come obiettivo i play off e li abbiamo raggiunti, siamo andati in finale, ci siamo giocati questa opportunità quindi il bilancio in generale è positivo. Da giocatore però non posso essere contento e il rammarico è tanto, eravamo lì, siamo un gruppo tanto unito che è cresciuto molto, ma è un peccato. Facciamo i complimenti a Milano che è una grande squadra e che sa di esserlo, ma quel centimetro che ci è mancato questa sera pesa veramente parecchio”.

- Cosa è mancato per continuare questo sogno?
“E’ mancato pochissimo, difficile da dire che cosa in particolare. E’ mancata un’occasione da gol alla fine, quel centimetro che ha fatto la differenza. In queste situazioni c’è veramente poca differenza fra chi vince e chi perde. Purtroppo ha vinto di nuovo Milano con dei giocatori che da anni sono padroni di questo scudetto quindi non si può dire che siano fortunati. Da parte nostra c’è tanto tanto rammarico, siamo contenti di aver portato questa maglia in finale, di aver lottato per lo scudetto e siamo tutti molto orgogliosi, ma l’amarezza è tanta perché quest’anno l’opportunità c’era e ci abbiamo provato fino all’ultimo credendoci fino alla fine. Al di là degli obiettivi stagionali, noi giocatori ci credevamo di poter portare fino in fondo questo sogno e lo volevamo più di ogni cosa, quindi ci abbiamo provato fino all’ultimo”.

- I momenti più belli di questa stagione?
“Sono stati tanti. E’ una stagione cresciuta di partita in partita. Abbiamo iniziato il campionato per non sfigurare e poi di partita in partita abbiamo capito che non eravamo così male, che potevamo stringere i denti e raccogliere  successi. Con un gruppo che è cresciuto e molto unito. I momenti belli sono molti. Io non ricordo altre stagioni così belle, la ricorderò per le tante soddisfazioni raccolte di partita in partita e di allenamento in allenamento. Peccato solo non averla potuta coronare con la realizzazione di un sogno che è sfumato proprio all’ultimo”.
Tabellino:
Immobiliare Neve Diavoli Vicenza – Milano 24 (0-1) 1-2
Immobiliare Neve Diavoli Vicenza: Alberti, Guglielmi, Bellinaso Ant., Bettello, Corradin, Gamba, Miglioranzi, Testa, Baggio, Ciresa, Maran, Pozzan, Presti, Roffo, Stevanoni, Zazzaron.
All.: Andrea Bellinaso
Milano 24: Franko, Della Bella, Tessari R., Comencini, Vaghi, Buggin, Rigoni L., Frigo, Banchero, Uccelli, Mosele, Mantese, Tomasello, Zorzet, Kucera, Dorigatti.
All.: Francko/Tessari
Arbitri: Stella Sergio di Camporovere (VI) e Alberto Grandini di Belluno
Reti
PT: 20.44 Mosele (M);
ST: 43.02 Dorigatti (M) pp, 43.46 Stevanoni (V) pp.

Share

About Author

diavolivicenza

(0) Readers Comments

Comments are closed.