2013/2014 News Serie A1 — 21 marzo 2014

Immobiliare Neve Diavoli Vicenza affronta sabato 22 a Roma l’ultima partita di regular season e quest’anno anche l’ultima partita del campionato, dal momento che già da qualche giornata è stato emesso il verdetto della classifica con l’esclusione dai play off.
I Diavoli, dopo la bella vittoria in casa con Novi Ligure, hanno fornito un’altra ottima prova la scorsa settimana nel derby casalingo contro Asiago conquistando i tre punti con un netto 12-2, risultato mai visto nei precedenti fra le due squadre, dimostrando e confermando le qualità e potenzialità della formazione vicentina che purtroppo nel corso di questa stagione non ha saputo esprimersi ai livelli aspettati e desiderati e si trova così per la prima volta fuori dai giochi finali da quanto nel maggio 2004 è approdata nella massima serie.
Per i berici c’è la volontà di chiudere meglio che si può il campionato e di affrontare con grande attenzione e determinazione la trasferta a Roma, ostica sia per la distanza che per la pista ed anche perché gli avversari vorranno chiudere degnamente un campionato e fare bella figura davanti al proprio pubblico al termine di una stagione che li ha visti spesso a ridosso della zona retrocessione.
Nella fila dei Diavoli qualche assente: Stevanoni, Valbusa, Corradin non ci saranno a Roma, mentre sarà in pista De Lorenzi, nonostante i problemi alla schiena.

“Chiudiamo la stagione con tanto rammarico e amaro in bocca perché lo sappiamo e lo sanno tutti che potevamo fare di più – dichiara il capitano biancorosso, Luca Roffo. – Nelle ultime gare l’abbiamo anche dimostrato, a partire dal derby che è stata una delle migliori partite negli ultimi due anni. Non fare i play off è quindi per noi tristissimo”.

- Quali possono essere state le cause per non aver raggiunto l’obiettivo?
“Abbiamo gestito male i momenti importanti della stagione, abbiamo iniziato con poca preparazione e ci siamo trovati con meno giocatori in allenamento. Poi quando le cose hanno cominciato a girare male nessuno è riuscito a dare una scossa per cambiare rotta”.

- A livello personale che stagione è stata?
E’ stata durissima, arrivavo da due, tre anni senza pausa fra play off, impegni con la nazionale e lavoro, e ho sentito parecchio il peso e la stanchezza soprattutto ad inizio stagione. Per assurdo mi sento più in forma adesso. Finito il campionato, infatti, voglio staccare un po’ con l’hockey e dedicarmi ad altro per essere pronto ad inizio della prossima stagione”.

- Rispetto allo scorso anno al posto dei Diavoli ai play off c’è Cittadella.
“Cittadella è stata forse un po’ una sorpresa, ma si è conquistata sul campo l’accesso ai play off, anche proprio negli scontri diretti contro di noi (pareggio a Cittadella per 3-3 all’andata e sconfitta in casa per 4-5 al ritorno). Le altre invece hanno dimostrato e confermato di essere sempre di buon livello”.

- Un pronostico sui vincitori?
“Penso sarà una corsa tirata e il risultato non sarà scontatissimo, come pensano in molti, con Milano vincente, anche se resta il favorito”.

- Ultima gara a Roma, con risultato ininfluente in chiave classifica per entrambi. Possono mancare gli stimoli?
“Non penso perché quando un mese fa, dopo la sconfitta a Padova, abbiamo dovuto abbandonare l’idea play off, ci siamo ripromessi di chiudere bene e con tre vittorie il campionato, quindi ci mancano ancora i tre punti di Roma. E’ una cosa che vale per noi, ma soprattutto per la maglia che vestiamo”.

Share

About Author

diavolivicenza

(0) Readers Comments

Comments are closed.