2015/2016 Femminile News Serie A1 — 27 aprile 2016

Nello scorso week end le ragazze di casa Diavoli sono state impegnate nell’ultimo concentramento della stagione a Corno di Rosazzo: due sconfitte per le vicentine, per 5-1 contro Buja e 6-3 contro Piacenza, ma anche la consapevolezza che il cammino è appena iniziato e solo con esperienza e gioco potranno raggiungere qualche soddisfazione.
Per le Devil Girls quindi ultimo posto, anche se le ragazze, a ragione, non si sentono affatto sconfitte.
“Abbiamo giocato l’ultima partita non con il pensiero della sconfitta o dell’esclusione dalla Final six, ma con la voglia di concludere il primo campionato al meglio – ha dichiarato Maria Elena Bernardelli. - E così infatti è stato. Dalle gare con Buja e Piacenza non ci aspettavamo nessuno sconto, né di portare a casa un risultato, ma ciò non ci ha impedito di difenderci e di dare del filo da torcere alle Taurus e alle Lepis”.
La prima partita si è conclusa 5-1 contro le padrone di casa e a segnare è stata l’americana Mashburn, sempre più inserita nel gruppo. Un buon risultato per le ragazze, che contro il Buja avevano perso 10-2.
Le Taurus erano solo in sei ma hanno giocato come fossero state il doppio e le Devil hanno cercato di contenere la loro energia, che però nel campo di casa e in vetta alla classifica, non si è fatta spegnere.
La seconda era quella più temuta, dato che all’andata le diavolette non hanno realizzato nessun goal, e le Lepis le avevano battute 12-0.
“Questa volta, con un po’ più di esperienza e di forza, siamo riuscite a limitare i colpi e nonostante l’abilità e la determinazione delle Lepis, siamo uscite a testa alta finendo la partita 6-3 per il Piacenza, con tre reti della numero 88, Savannah Mashburn”.
Per le Devil è stata la fine dell’inizio, ma dal prossimo anno con un po’ di lavoro e di esercizio possono ritenersi una squadra da non sottovalutare.

Share

About Author

diavolivicenza

(0) Readers Comments

Comments are closed.