2015/2016 Femminile News Serie A1 — 11 dicembre 2015

Al via domenica 13 dicembre il campionato femminile che vedrà per la prima volta in pista la formazione femminile dei Diavoli Vicenza.
La squadra è formata da 15 giocatrici, più quattro ragazze dell’under 14 che fanno parte del settore giovanile, ma si allenano anche con le “grandi”, guidate dall’allenatore Daniele Vendraminetto, dall’allenatore dei portieri Matteo Zarantonello, dall’aiuto allenatore Mattia Bettello e dalla capitana Piera Costa, promotrice da due anni di questa nuova esperienza in biancorosso.

“Siamo una squadra nuova e giovane – spiega Pieraio vengo da tante altre realtà dell’hockey, mentre le altre sono tutte dal settore giovanile del Vicenza, comprese Irene e Giulia Menta che hanno già fatto qualche esperienza, e poi c’è Erika Rossato, il nostro portiere. Verrà a giocare con noi Sara Guazzi del Padova. Abbiamo avuto diverse richieste di giocatrici provenienti da altre squadre, ma noi avendo la fortuna di avere una squadra che si può allenare tutte insieme vogliamo crescere insieme quindi abbiamo preferito non avere aiuti esterni.”
- Quali sono gli obiettivi della stagione?
“Spero che la squadra lavori bene e si formi come un gruppo compatto. Per molte saranno le prime partite, quindi bisognerà mettere in pratica il lavoro fatto fino ad adesso in allenamento. Aabbiamo la fortuna di allenarci e di conoscerci, cosa che fino ad adesso nelle varie squadre dove ho giocato no c’è stato. Siamo una squadra giovane come età ( tranne me e Erika la media va dai 14 ai 20 anni) e come esperienza, molte giocano da solo un anno. Quindi l’obiettivo da capitano è riuscire ad essere competitive nelle partite, facendo molto sacrificio e correndo il doppio per riuscire ad essere al livello di squadre che hanno anche dieci anni di esperienza rispetto a noi, per cercare di rimanere sempre in corsa. Obiettivo finale riuscire ad arrivare tra le prime sei per fare la final six”.
Ma sentiamo anche cosa ne pensa del gruppo e delle possibilità della squadra l’allenatore Daniele Vendraminetto: “Quest’anno dalle ragazze mi aspetto una grande crescita, sia a livello di coesione di gruppo che a livello tecnico di ogni singola giocatrice – spiega il coach, – solo giocando le partite le ragazze possono comprendere davvero quel è il loro ruolo all’interno della squadra e quali sono le abilità di ognuna. Dovranno anche capire come usare le proprie qualità per ottenere il miglior risultato possibile come squadra. Spero che questa consapevolezza le porti ad aumentare ancora di più il loro impegno e la loro motivazione continuando a crescere sempre di più ad ogni allenamento e ad ogni partita”.
- E obiettivo come risultati?
“L’obbiettivo di questa stagione è di migliorare sotto ogni punto di vista, non posso sbilanciarmi sui possibili risultati delle partite perchè ho avuto modo di vedere in pista solo alcune delle squadre contro le quali andremo a scontrarci, in ogni caso l’obbiettivo è quello di portare a casa almeno qualche punto”.
- Domenica si parte con campioni e vicecampioni: Torino e Piacenza.
“E’ un esordio di fuoco e non molto fortunato- aggiunge il capitano Costama da un lato guardo l’aspetto positivo, ci scontriamo subito con la realtà dell’hockey inline femminile Italiano. Abbiamo la fortuna di esordire contro giocatrici di esperienza e che vestono la maglia della Nazionale. Questo primo concentramento farà capire a molte di noi cosa ci manca e come dobbiamo lavorare per arrivare ad essere come le nostre compagne di Torino e Piacenza. CI stimoleranno a dare ancora di più in allenamento”.
- E ci sarà poi il derby?
Il primo derby Asiago – Vicenza a Torino. Noi non sentiamo molto il “derby”, siamo ancora molto impegnate a pensare al campionato in generale, per chi gioca da poco i primi pensieri sono tutti rivolti al debutto. Forse nascerà un po’ di sana competizione sportiva durante il campionato, anche se più che derby potrebbe essere un buon gemellaggio visto che siamo due squadre venete vicine e con giocatrici che hanno giocato ad Asiago ( io, Menta Sara). E siamo anche due squadre molto simili, loro con molta più esperienza, ma diciamo che tutte veniamo dall’inline e abbiamo giocatrici che si allenano tutto l’anno insieme e anche giocatrici giovani”.
- Avete qualche iniziativa in programma?
“Noi siamo fortunate a poter praticare uno sport che ci piace. Poi amiamo gli animali e quindi dopo la raccolta di cibo che abbiamo fatto tempo fa, ne faremo altre. Durante il primo concentramento ci piacerebbe far partecipare come aiutanti e come servizio “bar” dei ragazzi che non hanno la nostra fortuna di poter pattinare e giocare a questo meraviglioso sport, vedremo se riusciamo ad organizzare il tutto. E poi a primavera vorremmo organizzare qualcosa coinvolgendo le ragazze del Rollerderby. Ma c’è tempo, per ora pensiamo al nostro esordio e a fare bene”.

Share

About Author

diavolivicenza

(0) Readers Comments

Comments are closed.